[creation site web] [creation site internet] [logiciel creation site] [Via Pulchritudinis.net]
[Via Pulchritudinis - pascolo dell'anima Cristiana - prospetto generale]

Home

Magia e occultismo
Intervista al Card. Ratzinger

N.B. Con piacere ho trovato questa intervista molto chiara e pertinente data dall'allora cardi­nale Ratzinger, oggi Papa Benedetto XVI. Con i tempi che corrono, è un insegnamento ancora molto utile. Certamente il Papa attuale è sempre d'accordo con quello che disse alcuni anni fa da cardinale. (…)

Don Beppino

SECONDA PARTE
 
CULTURA PAGANA E MASSONICA
Come si uccide una suora

Suor Maria Laura Mainetti,
a Chiavenna (Sondrio) nel giugno 2000, venne uccisa da tre ragazzine minorenni con diciannove coltellate, per offrire una specie di sacrificio al diavolo. Sui loro diari sono stati trovati simboli demoniaci e frasi tratte da canzoni di rock satanico.

L'interesse dei ragazzi per l'esoterismo,
il satanismo e lo spiritismo, negli ultimi anni, è cresciuto in modo spaventoso.

(Indagini fatte quando insegnavo dicevano che oltre il 70% delle adoloscenti avevano avuto a che fare con giochi magici
e talune avevano anche partecipato a sedute spiritiche. Ma i genitori dov'erano?)

Oroscopi, amuleti, tarocchi e sedute spiritiche sono, ormai, i compagni di strada delle nuove generazioni, vittime
di un vero e proprio bombardamento pubblicitario, effettuato attraverso i mezzi più vari: la musica, la televisione,
i videogiochi, i fumetti, il cinema,
la discoteca.

Satanismo, occultismo e New age rappresentano, per molta gente, un buon espediente per fare soldi.

Alcune persone tendono a sminuire
il problema dell'esoterismo giovanile, dicendo che si tratta semplicemente di un fenomeno commerciale, non strettamente collegato agli ambienti della magia
e delle sette.

Come si diffonde il virus dell'esoterismo?

Tutto nasce da un grande equivoco.
I giovani pensano che l'esoterismo sia qualcosa di bello, di simpatico, di affascinante. Credono di trovare nell'occultismo un alleato per risolvere
i propri problemi. E così, si avvicinano
con fiducia alle pratiche magiche,
allo spiritismo e al satanismo, senza accorgersi che scherzano col fuoco.

Il virus si diffonde perché tra i giovani mancano sempre di più gli anticorpi per affrontarlo. Negli ultimi anni i ragazzi hanno subito una specie di lavaggio del cervello che li ha spinti a non avere più paura di ciò che appartiene al mondo dell'occulto. Partecipare a una seduta spiritica o a un rito satanico significa spalancare le porte verso mondi davvero pericolosi. Si comincia per gioco, e non si sa mai dove si può arrivare.

 
Evitare ogni compromesso

La gnosi (spiegazione: per lo gnosticismo la salvezza dell'anima può derivare soltanto dal possesso di una conoscenza quasi intuitiva dei misteri dell'universo e dal possesso di formule magiche indicative di quella conoscenza.

Gli gnostici erano "persone che sapevano", e la loro conoscenza li costituiva in una classe di esseri superiori, il cui status presente e futuro era sostanzialmente diverso da quello di coloro che, per qualsiasi ragione, non sapevano.) anticristiana e le sue molteplici derivazioni usano vari simboli, pervertendo spesso
la loro origine cristiana.

Tali simboli a volte vengono usati anche
da persone buone, per ignoranza e buona fede, ma occorre evitare ogni compromesso con il male anche nell'uso dei simboli, siano pure opere d'arte o gioielli.

I simboli fanno parte del linguaggio
e richiamano realtà a volte note a soli iniziati.

Esprimono e fanno cultura.

La cultura, ossia l'ambiente spirituale
in cui viviamo, è il risultato di molte componenti simboliche che si annodano nel profondo dell'uomo provocando automatismi psichici, sentimentali, intellettuali e anche comportamentali,
che a loro volta si riversano nel fiume
che li ha originati.

La controcultura dominante, di ispirazione pagana, coinvolge tutte le espressioni della vita, dal pensiero alle arti, alle scienze, alle mode, ai comportamenti nel loro insieme.

Questa degradazione non è avvenuta
a caso, ma è frutto di una rivoluzione voluta, programmata, e portata avanti con determinazione da centri i di potere anticristiano.

Il «Sessantotto» ad esempio è stato elaborato da persone e istituzioni allo scopo di distruggere la visione del mondo
e il modo di agire cristiano in favore di quelli dionisiaci, ossia pagani.

Va notato, in proposito, come il patto
di Yalta ha sommerso la cultura cristiana dell'Europa sotto l'irruenza del materialismo comunista e del mate­rialismo americano.

L'ambiente culturale fatto di stili, di mode, di linguaggio, di arte, di musica e di ogni altra espres­sione umana, condiziona fortemente il nostro spirito. Si è visto come il parlare sinistrese, arrogante
e volgare, ha raggiunto la stessa alta borghesia, un tempo così misurata e gelosa della propria elevatezza.

Particolare significato simbolico assume
il vestire. Dio ispira bellezza, dignità, decoro, purezza e comportamenti atti a spiritualizzare la persona, ma il Maligno, soprattutto mediante la controcultura lanciata dalle massonerie, ha suscitato stili e mode grossolani, privi di buon gusto, che avviliscono la persona, la materializzano, la rendono occasione
di passioni perverse.

È compito dei cristiani, in questo clima
di degradazione culturale, impegnarsi
a sostenere tutto ciò che conferisce dignità, bellezza, decoro alla persona.

Quanto ai simboli, va notato come quelli cristiani si radicano per lo più nella realtà, mentre quelli esoterici e controculturali sono elaborazioni artificiose che tradiscono l'inconsistenza del Maligno che le ispira.

 
Consigli pratici

A tutti in questi tempi può capitare
di incontrare persone che frequentano riti medianici, o affiliati a sette sataniche, o in gruppi che praticano riti occultisti,
magari per gioco di società.

Cosa fare?

Cari amici, giorni fa ho incontrato una donna molto devota, aderente ad un gruppo di Rinnovamento dello spirito.
Sua figlia le aveva regalato una croce d'oro per atto di amore. Era una croce massonica di quelle che abbiamo pubblicato.

Come possiamo difenderci?

1) Con pazienza dobbiamo imparare
a riconoscere satana e i suoi adepti quando ci propongono qual­cosa. Ce n'è un sacco. Quando ne abbiamo capito uno,
li abbiamo capiti tutti.

2) Con i sacramenti, la nostra fedeltà
e l'amore verso i nostri amici: Gesù, la Croce, la Madonna l'angelo custode, le anime del purgatorio... noi cristiani siamo più forti di lui. È stupido e cattivo,
ma non sottovalutiamolo.

3) Usiamo la prudenza che ci è suggerita dal timor di Dio. Il settimo dono delle Spirito Santo serve proprio come antidoto a satana, il verme. È sempre meglio non rischiare. Se ti invitano a un gioco
di società, rifiuta categoricamente dicendo: lo sono della Chiesa cattolica.

4) Se hai individuato la sua presenza (quella di satana) non fermarti a parlare:
il dialogo è sinonimo di resa al diavolo.

Il tuo dovere, suggerito dalla prudenza,
è solo quello di fuggire. Credimi: non è vigliaccheria, è saggezza. Mentre scrivo ho appena consigliato ad un amica veggente
di tagliare il filo del telefono con una persona che, essendo affiliata a gruppi di medianità (e cioè a satana perché la Chiesa li esclude - vedi cosa dice papa Ratzinger), la sta disturbando. Non c'è carità che tenga in questo caso. Solo in questa circostanza usare la carità è da stupidi, o da gonzi.